50 anni al servizio del Bene Comune

L’Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani (AGESCI), che conta più di 177.000 soci, è un’associazione giovanile educativa che si propone di contribuire, nel tempo libero e nelle attività extra-scolastiche, alla formazione della persona secondo i principi ed il metodo dello scautismo, adattato ai ragazzi e alle ragazze nella realtà sociale italiana di oggi.

L’Agesci è nata nel 1974, come iniziativa educativa liberamente promossa da credenti, dall’unificazione di due preesistenti associazioni, l’ASCI (Associazione Scout Cattolici Italiani), maschile, e l’AGI (Associazione Guide Italiane), femminile.

Tanti sono gli anni di strada percorsa dall’AGESCI, l’associazione scout cattolica numericamente più rappresentativa in Italia.

Tanti sono i volti degli adulti formati al ruolo di educatori, che si sono succeduti al servizio dei bambini e dei ragazzi, accompagnandoli in esperienze di incontro con i valori della Legge scout.

Il gioco, la vita all’aria aperta, il servizio del Prossimo sono pietre “d’inciampo” in un percorso che porta i giovani coinvolti nell’esperienza, alla scelta di incontro e di testimonianza dei valori Cristiani nella propria vita. Momento di conclusione non a caso è chiamata Partenza… fermi non si deve stare se Cristo si vuol continuare ad incontrare!

Sono passati più di 100 dall’intuizione pedagogica di BADEN POWELL, e AGESCI ne ha preso il testimone portando i valori scout nella società di oggi.

Valori di attenzione al Bene Comune, di amore verso gli ultimi e di servizio per il paese, rendono la proposta scout unica nel suo genere. A costante contatto con la vita all’aria aperta, i ragazzi e le ragazze vivono esperienze forti, fatte di condivisione, di progettualità e di coscienza dei propri limiti. La natura è una palestra di vita che dà modo di elevare il proprio spirito nel costante progredire delle proprie capacità.

Il senso di appartenenza dà visibilità ai valori. L’uniforme portata con decoro, il fazzolettone ben fatto simbolo del gruppo, rendono concreto l’attaccamento alla vita scout e il profondo rispetto che viene dato a chi prima si è speso per noi.

Gli adulti seguono corsi di formazione nazionali e si aggiornano costantemente pedagogicamente con il confronto nelle Comunità Capi. Questo fa di loro adulti testimoni consapevoli dei valori che incarnano nei tempi moderni il messaggio del Vangelo.

Anna, Corrado e don Luca